Premio #cittàvivibili: Desamanera per promuovere l’accessibilità

Immaginate una città completamente accessibile a tutti, senza alcuna barriera architettonica. Sembra utopistico? Eppure potrebbe non esserlo più: il Comune di San Bellino (RO) sta facendo parlare di sé per il suo progetto, tanto ambizioso quanto ammirevole, di diventare il primo comune italiano a barriere architettoniche zero.

San Bellino, e il suo sindaco Aldo D’Achille in prima linea, stanno seguendo un preciso programma per raggiungere il loro obiettivo e sono già state eseguite le prime azioni concrete tra cui la realizzazione di un parco pubblico inclusivo, con giochi certificati per bambini sia normodotati sia con disabilità.

In questo percorso assume un peso importante il Premio #cittàvivibili, concorso istituito al fine di sensibilizzare i giovani (e non solo) ad una riflessione attenta sui temi della disabilità e dell’accessibilità.
Il ruolo chiave è giocato dall’arte, che suscita emozioni nelle persone e può trasmettere il valore dell’inclusione.

Oggi 24 febbraio 2018 il premio è stato presentato al pubblico, presso il Comune di San Bellino. 
Il bando, rivolto agli studenti dei Licei Artistici di tutto il territorio Nazionale, vuole favorire e coinvolgere la partecipazione dei ragazzi nella realizzazione di opere d’arte digitali modellate in 3D o scansionate, per approfondire il legame tra l’architettura e la fruibilità di tutti gli spazi comuni.

Un momento della presentazione del concorso nella sala consigliare del Comune di San Bellino

Desamanera avrà l’onore, in quanto partner tecnico del Premio #cittàvivibili, di realizzare concretamente l’opera vincitrice del concorso attraverso la stampa 3D della pietra.

Questa sarà poi esposta all’interno del territorio comunale. Una copia dell’opera in scala ridotta sarà invece donata al Liceo frequentato dal vincitore.

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO